Protesti dentali estetiche Roma

Dott. Rosati Mario
Odontoiatria e Protesi Dentale

SALUTE

IGIENE

ESTETICA

La protesi

 

La sostituzione di uno o più elementi dentali perduti. In questo campo oggi c'è la vera rivoluzione.
Grazie ai nuovi materiali di costruzione e di adesione oggi è possibile costruire ponti non più sostenuti da corone ma semplicemente da intarsi con la massima preservazione di tessuto dentale sano.

I campi di intervento:
Quando un dente deve essere totalmente ricostruito, esso viene dapprima eventualmente rinforzato da un perno (ieri in oro, oggi in fibra di quarzo), e poi ridotto nel cosiddetto moncone, cioè viene modellato dalle frese in misura tale da rappresentare un giusto sostegno alla corona che lo ricoprirà in toto e lo riporterà alle dimensioni anatomiche corrette.
Se invece un dente non può essere ricostruito e deve essere tolto, allora è necessaria una protesi di sostituzione la quale, per rimanere ancorata alla bocca, deve avvalersi dell’aiuto dei tessuti circostanti e quindi: i denti vicini (protesi a ponte), le mucose (protesi mobile), o i tessuti ossei (implantologia).

 

Materiali e metodi

 

Corone o ponti Metal-free

Ponti o Corone in Ceramica Integrale o in Ceromero

Ogni metallo viene eliminato per ottenere il massimo risultato estetico e funzionale
Sono costruiti in laboratorio con attrezzature specifiche e riescono ad unire delle ottime caratteristiche fisiche e meccaniche ad una particolare resa estetica.
Per maggiori informazioni su questi materali innovativi è attiva la pagina metal-free

Pro: Estetica - Durata nel tempo - Riproduzione anatomica

Contro: Sensibilità dentinale (a volte) - Coinvolgimento denti adiacenti - Solo per sostituzioni non estese

 

Ponte California

Particolarmente apprezzato è il "Californian bridge" che, sfruttando le particolari caratteristiche fisiche di resistenza e flessibilità del ceromero sostenuto dalle fibre di vetro, riesce a sostenere la presenza di un elemento (solo uno) grazie all’appoggio solo di due intarsi.
Ne consegue un minimo coinvolgimento dei denti adiacenti con conseguente minor danno biologico e una migliore resa estetica.

Pro: Estetica - Riproduzione Anatomica - Minimo coinvolgimento denti

Contro: Solo per singole sostituzioni

 

Corone o ponti tradizionali

Ponte o Corona in Ceramica o Ceromero con struttura d’oro

Sistematica di gran lunga la più usata e sperimentata in tutto il mondo occidentale unisce le ottime caratteristiche estetiche della ceramica alla biocompatibilità dell’oro. La presenza dell’oro oggi può essere messa in discussione dalla nuova generazione di materiali, ma rimane tutt’ora comunque d’obbligo nelle ricostruzioni più estese. Una protesi eseguita in oro ceramica, se non diventa traumatica con il passare del tempo, può durare addirittura alcuni decenni, purchè ben mantenuta a livello igienico dal paziente.
L’oro usato è in lega a 500 millesimi con il resto composto da altri metalli che gli conferiscono delle caratteristiche fisiche di robustezza, di lavorabilità e di compatibilità con i materiali con cui devono essere poi rivestiti. Ecco perchè il colore appare scuro e non giallo come si potrebbe pensare, anche se, in alcuni casi, si può eseguire una deposizione galvanica di oro giallo sulle parti più in vista per impreziosire esteticamente il manufatto.
Pro: Estetica - Riproduzione Anatomica - Per sostituzioni di più denti - Durata nel tempo

Contro: Coinvolgimento denti adiacenti - Durezza della ceramica - Colletti poco estetici quando esposti

 

Protesi mobile

Scheletrati, selle monolaterali, protesi totali e parziali.
Là dove le ricostruzioni sono troppo estese o dove comunque non è possibile una ricostruzione di tipo fisso, vengono utilizzate le protesi mobili. Il principale materiale usato è la resina che può essere assemblata o meno con delle leghe metalliche, a seconda delle necessità, per conferire maggiore robustezza ed un minore ingombro.
La tenuta è data da ganci a vista o a scomparsa all'interno di corone appositamente preparate. I punti di appoggio di queste protesi sono poco ritentivi e alcune volte la stabilità non è delle migliori.
D’altro canto il loro costo non eccessivo e la loro facilità d’esecuzione consentono un buon compromesso in molti casi. In alcuni casi rappresentano l’unica soluzione possibile
Pro: Adattabilità a variazioni future - Semplicità d’esecuzione - Per sostituzioni molto estese
Contro: Affaticamento denti di sostegno - Scarsa stabilità

 
© 2013 STUDIO ODONTOIATRICO ROSATI Odontoiatria e Protesi dentale - Viale Europa, 100 (Roma) - Tel. 06.5917430